04 Myanmar: un giorno pieno di meraviglie

image

A volte il tempo trascorso qui è così intenso che riguardando indietro a fine giornata o a distanza di qualche giorno ci stupiamo della quantità e della varietà di cose che riusciamo a vedere e fare in un solo giorno!!!

Sometimes, the time we spend here is so full and intense that when looking back at the end of a day or after a few days we are struck by the amount and by the variety of things we manage to do and see in just one day!!!

image

Come sempre, abbiamo iniziato la giornata imboccando una strada a caso: in fondo abbiamo trovato questa chiesetta e delle gentili signore ci hanno fatti entrare e ci hanno spiegato che si tratta di una chiesa battista frequentata da circa cinquanta persone. In questa e in altre occasioni ci è stato detto che, sebbene la religione più seguita qui sia il buddhismo, sono presenti molte altre fedi e che tutte convivono piuttosto pacificamente 🙂

As usual, we started our day by taking a random road: at the end of it we found this small church and some nice ladies let us in and explained us it is a baptist church where about fifty people normally go. We were told (not only in this occasion, but several times) that, although Buddhism is the main religion here, there are many other creeds and all of them coexist quite peacefully 🙂

image

Quà e là sbucano in continuazione file di monaci di ogni età (in questo caso, monache) con i loro vestiti coloratissimi. A quanto abbiamo capito, in Birmania tutti i ragazzini fanno un periodo “di formazione” in una comunità di monaci, un po’ tipo il nostro servizio militare!

We keep seeing lines of monks of all ages here and there, and they all wear lovely colourful clothes. In this case, you can see a group of women monks, in pink.  As far as we understood, all the boys here undergo a “training” period in a monks community, like a kind of military service!

image

Sentendo dei bambini cantare, ci siamo avvicinati a questa scuola e le maestre ci hanno invitati a entrare…

As we heard some kids singing, we got close to this school and teachers invited us to enter…

image

image

image

Giovanni ha catturato l’interesse di tutti con una mini lezione di inglese, scrivendo alla lavagna e coinvolgendo i bambini, che in un misto di felicità e imbarazzo un po’ ci saltellavano intorno e un po’ si nascondevano.

Giovanni caught everyone’s attention with a small english lesson, writing on the blackboard and captivating the kids, which were jumping around us but in the meanwhile hiding from us, as they were enthusiast but also pretty shy.

image

image

Ovviamente ci siamo fatti le foto di rito con l’intera scuola 🙂

We obviously took pictures with the whole school 🙂

image

Presentazioni con un militare. Come abbiamo già detto, sono molto pacifici, a volte al limite dell’impigrito, e ai check point non ci viene mai chiesto o controllato nulla.

Introductions with a soldier. As we already said, they are very peaceful, sometimes even lazy, and at check points we are never asked anything nor checked.

image

Queste ragazze raccolgono offerte per un monastero.  Qui le donne sono oggettivamente belle, con capelli, pelle e sorrisi eccezionali!

These girls collect offers for a monastery. Here women are extremely beautiful, with stunning hair, skin and smiles!

image

Io invece mi so distinguere per la capacità di cadere due volte nel giro di mezz’ora dalla sedia, che si era incastrata tra le assi della palafitta dove abbiamo pranzato.

As for me, I stand out for my ability to fall from the chair twice within thirty minutes, since the chair got stuck between the planks of the stilt-house where we had lunch.

image

Credevamo di essere stufi delle stupe (sappiamo anche che si dovrebbe dire “gli stupa”,  ma ormai manteniamo la licenza poetica) ma queste hanno una posizione che le rende meritevoli di una visita!

We thought we were bored of stupas, but these lie in a position which make them worth visiting!

image

image

Paesaggio e colori si commentano da soli…

Lanscape and colours do not need to be explained…

image

…mentre questa scala, per la disperazione di Giovanni e per il mio immenso sollievo, servirebbe a raggiungere la stupa più alta ma è rigorosamente chiusa ai turisti!!!

…while this ladder, which would take us to the highest stupa, is severely closed to tourists, causing me great relief while making Giovanni desperate!!!

image

Questo monaco ci ha accolti mettendoci al braccio una cordina arancione e pregando, poi ci ha mostrato vecchie foto del posto e ci ha anche regalato due poster 🙂

This monk welcomed us by putting an orange bracelet on our wrists and praying, then he showed us some old pictures of the place and even gave us two posters 🙂 

image

image

Questa è una distesa con più di 2000 statue di Buddha!

This is a plain with more than 2000 Buddha statues!

image

image

E questa è una vera e propria piscina pubblica, dove gli abitanti del villaggio si rinfrescano dopo una giornata di caldo torrido!

And this is a public swimming pool, where people from the village get fresh after a burning hot day!

image

Dopo essere passati attraverso questo luogo sacro multicolore….

After having passed from this multicolour holy place…

image

…Ci siamo arrampicati per moooolti gradini…

We climbed over maaaanyyy steps…

image

image

image

image

image

…raggiungendo questo forte per goderci il panorama nella luce del tramonto, prima che cominciasse la pioggia serale.

…and reached this fort in order to enjoy the view in the light of sunset, before the evening rain started pouring.

Posted by Giovanni

1 comment

    • Airons on June 30, 2014 at 9:35 pm
    • Reply

    Wow che bel viaggio! e chissà che esperienza interessante per quei giovani scolari 🙂

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published.