Kenya – Day 7 – A film for a New school

Questa mattina ci vegliamo di buon ora per andare a prendere Barak a casa. Oggi infatti vogliamo fare delle riprese che descrivano il tragitto che deve compiere ogni giorno per andare a Scuola. Arrivati dove vice e’ gia’ li che ci aspetta insieme al padre come al solito di buon umore e sorridente.

Intanto i due fratelli Sheila e Yousseff, sono gia a scuola perche’ oggi ci sono gli esami di fine trimestre, ma grazie a Giovanni riusciamo ad ottenre un permesso speciale dall’insegnate per farli assentare una mezzoretta e fare le riprese.

La scuola promari in Kenya e’ infatti suddivisa in 8 classi dalla prima all’ottava. Ogni anno scolastico che inizia a Gennaio e’ suddiviso in 3 semestri ciascuon di 3 mesi con un mese di vacanza nel mezzo:

1 trimestre: Gennaio – Febbaraio – Marzo ==> Esami e poi Aprile Vacanza

2 trimestre: Maggio – Giugno – Luglio ==> Esami e poi Agosto Vacanza

3 trimestre: Settembre – Ottobre – Novembre ==> Esami di fine Anno e poi Dicembre Vacanza

Questo perche’ come quasi tutti gli stati vicini all’equatore le stagioni sono sostanzialmente due, quella secca e quella delle piogge, e quindi quasi ogni mese e’ buon per andare in Vacanza 🙂

Ok fine della lezione !

Cominciamo a girare, dopo aver preso la carrozzella, Yousseff e Sheila, cominciano a trasportare Barack fino alla scuola.

Arrivati alla Smiling School, Sheila e Yousseff, corrono in classe per finire l’esame, poi viene Daniel che ci aiuta per la scena successiva.

 

Finite le riprese della mattina Davide, Vincenzo e Marco, rientrano a casa per continuare il lavoro di post produzione, Giovanni invece da diversi mesi sta’ facendo un lavoro piuttosto intenso per migliorare la didattica e la gestione della Smiling School aiutando il preside e lo staff degli insegnati ad implementare diverse cose che ancora non sono fatte propiamente bene o affatto, come per esempio la gestione del personale, l’organizzazione della didattica, delle presenze, del budgest della scuola, del materiale scolastico, etc..

Oggi proviamo a fare un passo avanti per migliorare la didattica ed in particolar modo le competenze degli insegnanti. Infatti, come si puo facilmente immaginare, in una realta’ come lo Slum, le risorse per pagare gli insegnanti sono molto scarse, aggiunto al fatto che non e’ propio il posto piu’ attraente per insegnare, risulta che spesso gli insegnanti disponibili non hanno le migliori qualifiche e quindi loro stessi hanno delle difficolta’ nell’impostare le lezioni; dalla loro hanno pero’ ,una grande conoscenza dello Slum e delle dinamiche sociali all’interno di questo, ed alcuni, una gran voglia di crescere professionalmente.

Per questo oggi Giovanni si e’ recato in Libreria con alcuni dei professori ed il preside per comperare dei libri ai professori e per i professori, questi sono libri che li aiuteranno nell’impostare le lezioni e la didattica in generale.  Con Marta abbiamo deciso pero’ di iniziare con questo progetto pilota solo con una delle otto classi, perche’ come ogni cosa nello Slum non e’ detto che funzioni bene al primo colpo, ci possono essere diverse cose impreviste o che vengano date per scontate che solo una volta fatte possono rivelare la loro vera efficacia..

Staremo a vedere i risultati degli esami di questa classe il prossimo trimestre !!

 

 

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published.